#cistaacuore

06 dicembre 2015

Una storia lunga quasi 150 anni, fatta di uomini e donne che camminano insieme verso la santità, questo è l’Azione Cattolica. Forse è troppo riduttivo parlare di “una storia”, in realtà si tratta di tante storie di persone che nella loro quotidianità mettono a disposizione i propri talenti a servizio della Chiesa per aiutarla nel suo generale fine apostolico. L’AC mette al centro ogni persona, ne ha cura e le trasmette un calore e un affetto tale da farlo sentire sempre a casa. La relazione con Dio è autentica quando si vive una buona relazione con se stessi e con gli altri e non a caso quando si pensa all’AC non è difficile far riferimento a una grande famiglia, composta da soci sparsi in tutta Italia, che in una convivialità delle differenze si incontrano e tessono legami forti e veri. Ogni giorno nelle parrocchie l’AC ha il compito di costruire relazioni, tra i suoi soci e con tutta la comunità parrocchiale perché non esiste un’Azione Cattolica avulsa dal contesto parrocchiale. La famiglia dell’Azione Cattolica non si ferma a livello parrocchiale, ma si allarga alla diocesi e al livello nazionale ed internazionale, permettendo di condividere non solo esperienze associative, ma una parte della propria vita, con le sue gioie e i suoi dolori. Le persone, i soci sono l’Azione Cattolica, l’associazione è soltanto il mezzo che utilizzano per accompagnare ed essere accompagnati in un cammino che profuma di santità. Aderire all’AC è una scelta forte, perché implica la volontà di vivere a pieno la propria vita e non vivacchiare, di essere non solo testimoni credenti del Vangelo, ma credibili. Per fortuna non si è soli, la scelta associativa è un modo per dire insieme “SÌ”, come Maria, alla Chiesa, non restando chiusi dentro una sagrestia a pregare dalla mattina alla sera, ma portando il Vangelo nei luoghi di tutti i giorni, a casa, a scuola, all’università, nel posto di lavoro. Dagli acierrini agli adultissimi, passando per i giovanissimi, i giovani e gli adulti, tutti sono chiamati a testimoniare la fede attraverso la propria vita, le decisioni prese quotidianamente, anche se a volte possono costare qualche piccolo sacrificio. Sentiamoci tutti realmente parte di questa famiglia e prendiamocene cura, nel nostro piccolo, anche con piccoli gesti, come la tessera, il segno che da sempre rivela come l’AC #cistaacuore.

Carlo del Buono